Premio Margiotta / Siref 5^ edizione 2024

Bando del Premio Umberto Margiotta / Siref 2024

5^ edizione – 2024

Regolamento

PREMESSA

La Fondazione Umberto Margiotta e la SIREF (Società Italiana per la Ricerca Educativa e Formativa), nell’ambito delle proprie finalità statutarie, indicono il bando per  la  5^(quinta)  edizione del Premio Umberto Margiotta a favore di Tesi di Dottorato dedicate alle teorie e metodologie della ricerca pedagogica con uno sguardo aperto ai sistemi complessi e alle connessioni con altri ambiti del sapere.

Il Premio intende conservare e promuovere l’eredità scientifica e culturale di uno dei maestri della Pedagogia italiana, il cui discorso ha interrogato con coraggio e continuità le principali e controverse questioni legate all’identità del sapere pedagogico,  usando   la metodologia dei programmi di ricerca come dispositivo per riordinare il campo delle conoscenze pedagogiche, per intendere l’universo della conoscenza pedagogica come teoria della formazione e la formazione come logica della vita,  in un dialogo aperto con le voci della contemporaneità e in una contaminazione costante con i diversi campi del sapere.

Art.1- Requisiti

L’iniziativa è aperta a candidati che soddisfino i seguenti requisiti

  1. abbiano conseguito il titolo di dottori in ricerca nelle scienze pedagogiche, della formazione e/o titoli affini, con tesi discusse tra il 1° marzo 2023 e il 31 marzo 2024
  2. abbiano prodotto, presentato e discusso una tesi originale e inedita.


Art.2- Richiesta di partecipazione e scadenze
– La richiesta di partecipazione al premio   deve risultare inviata entro il termine perentorio del 15 aprile 2024 all’indirizzo mail

premiomargiotta.siref@fondazionemargiotta.it

dal quale la/il candidata/o riceverà conferma di iscrizione tramite messaggio di posta elettronica.  Nel caso l’indirizzo mail del candidato si rivelasse errato o comunque non fosse possibile consegnare l’e-mail di conferma, il/la candidato/a sarà considerato/a escluso/a.

art.3) – domanda di ammissione al premio: è da redigere utilizzando il modello accluso al bando. Eventuali informazioni o chiarimenti in merito alle modalità̀ di presentazione delle domande possono essere richiesti sempre allo stesso indirizzo di posta elettronica su citato.

art.4) – dati del candidato /a: nella domanda il/la candidato/a deve indicare il proprio nome, cognome, luogo e data di nascita, domicilio e codice fiscale, nonché́ il recapito e-mail e telefonico presso il quale intenda ricevere le comunicazioni. Ogni variazione dei recapiti deve essere tempestivamente comunicata.  La Fondazione non assume alcuna responsabilità̀ nel caso di dispersione di comunicazione non imputabile a colpa diretta della stessa.

art.5) – documentazione: nell’inviare la domanda di ammissione, il/la candidato/a deve allegare inoltre i seguenti documenti in formato PDF, denominando il file con il proprio cognome:

a)  copia tesi di dottorato;
b)  autocertificazione della autenticità̀ della copia della tesi inedita (cioè dichiarazione sostitutiva di atto notorio), ai sensi del d.p.r. 445/2000;
c) certificato di dottorato, in copia autenticata mediante autocertificazione (come dichiarazione sostitutiva di atto notorio), ai sensi del d.p.r. 445/2000;
d) abstract della tesi (da inserire nello spazio previsto nel modulo di candidatura)
e) dichiarazione di consenso alla privacy (allegata al modulo di iscrizione: da sottoscrivere)

Non saranno presi in considerazione documenti inviati alla Fondazione dopo il termine utile per la presentazione delle domande di partecipazione al concorso.

art.6) – I candidati sono ammessi con riserva al concorso. È prevista l’esclusione, per il mancato rispetto, anche parziale, delle condizioni previste dal presente bando.  

art.7) –  Le tesi presentate come candidate al premio dovranno  aver  sviluppato   in maniera organica temi e proposte, anche sperimentate, che raccontino realtà e movimenti socioculturali ed educativi, attivi e propositivi, capaci di ispirare ulteriori esperienze  di ricerca o di sperimentazione  socioeducativa, valorizzando le contaminazioni, le intersezioni, le convergenze  tra più discipline e comunque con chiari riferimenti alle opere e al pensiero di Umberto Margiotta.

Art.8) -Valutazione dell’opera e premi in palio. Le opere saranno valutate, con giudizio insindacabile, da un’apposita Commissione composta da:

  • membri del Consiglio di Amministrazione e/o del Comitato Tecnico Scientifico della Fondazione; 
  • membri del Consiglio direttivo della SIREF;
  • Presidente della Fondazione Margiotta;
  • Presidente della Società SIREF

i quali ultimi ricopriranno anche il ruolo di co-Presidenti del Premio.

La Giuria può avvalersi, nel percorso di valutazione, del parere pro veritate di esperti. A conclusione dei lavori la Commissione, previa valutazione comparativa, considerando l’originalità̀ dell’argomento e l’innovatività̀ e qualità̀ della metodologia, con deliberazione assunta a maggioranza dei voti dei componenti, individua inequivocabilmente la tesi vincitrice e il nominativo dell’autore, nonché altre due tesi collocatesi al 2° e 3°   posto della graduatoria. La regolarità̀ degli atti sarà certificata dalla relazione riassuntiva dei lavori svolti, e dai verbali di ciascun incontro resosi necessario per la valutazione. Gli autori delle tesi classificatisi ai primi tre posti della graduatoria riceveranno comunicazione scritta, a mezzo posta elettronica, del conferimento del Premio   entro il 31 luglio 2024.

art.9) – Il PREMIO

Il 1° premio del vincitore assoluto, consisterà in:

Pubblicazione della tesi di dottorato presso la casa editrice   BIBLION di Milano nella collana Le emergenze della educazione, a seguito di una definita riduzione della tesi ad un n° di pagine non superiore a 150.

Il vincitore sarà automaticamente e gratuitamente iscritto per un anno alla    Fondazione   Umberto Margiotta di cui potrà seguire le attività come socio ordinario.

Il 2° e 3° premio   consisteranno in:

a) pubblicazione delle tesi di dottorato, comunque ridimensionate anch’esse a 150 pagine, in modalità PDF- Open Access, a cura della casa editrice VOLTA LA CARTA di Ferrara. Le medesime saranno rese pubbliche sul sito web della Fondazione, fondazionemargiotta.org
b) Iscrizione gratuita per un anno   alla    Fondazione   Umberto Margiotta, di cui potranno seguire le attività come soci ordinari.

art.10- Esito del concorso.  I vincitori, informati dell’esito ottenuto    saranno ufficialmente invitati ad essere presenti alla cerimonia di premiazione del concorso   prevista per il 7 settembre 2024   presso l’Università di Ferrara, dove si svolgerà la Summer School della SIREF. I vincitori sono tenuti, altresì, a comunicare l’accettazione del Premio entro e non oltre il    31 luglio 2024, sempre via mail.

La presenza dei vincitori e la presentazione sintetica dei contenuti della tesi di dottorato alla cerimonia di premiazione sono condizioni necessarie per ricevere il Premio.

art. 11 – Adesione al regolamento. La partecipazione al Premio implica l’accettazione incondizionata di quanto stabilito dal presente regolamento. Le deliberazioni assunte e la relazione riassuntiva della Commissione di valutazione del premio sono rese pubbliche per via telematica sul sito web della Fondazione. Ai fini del Dlgs 101/2018, la Fondazione si impegna a rispettare il carattere riservato delle informazioni fornite dal candidato: tutti i dati forniti saranno trattati solo per le finalità̀ connesse e strumentali al concorso, nel rispetto delle disposizioni vigenti.

art.12- Proprietà intellettuale. La proprietà intellettuale sui prodotti e servizi presentati appartiene ai candidati. Ogni candidat*, partecipando all’iniziativa, autorizza la SIREF e la Fondazione Umberto Margiotta a utilizzare il suo nome sui siti internet dell’iniziativa, pubblicizzando il premio e l’opera vincente.

art.13 – Disposizioni finali. Viste le modalità di partecipazione all’iniziativa, la SIREF e la Fondazione Umberto Margiotta non si assumono responsabilità dovute a disfunzioni tecniche, di hardware e software, interruzioni delle connessioni di rete, iscrizioni al premio non correttamente indirizzate o intercettate.

lì, 28 febbraio 2024

La presidente della SIREF
f.to Anita Gramigna

La presidente della Fondazione
f.to Margherita Gentile

Presentazione in PPT delle Tesi premiate